…cantavano Elisa e i Negramaro e io è così che mi sento: sollevata e con tanta voglia di tenere le cose e le persone accanto al cuore.
Sto provando emozioni che avevo perduto, dopo anni sento l’anima danzarmi dentro e non potrei esserne più grata e felice.

Ho trascorso un paio di giorni da mia nonna di 92 anni che si sta consumando pian piano come una candelina ma ha ancora voglia di pettinarsi, mettersi il rossetto e il profumo e la vita se la tiene stretta anche se tra mille dolori.
Me la sono spupazzata per bene anche se più di una volta mi è venuto da piangere nel vedere il letto vuoto di mio nonno accanto al suo (morto il 19 luglio scorso), nel tenerle la mano e sentire ormai solo le ossa fragili, nel guardarla e capire che sì, la vita se la tiene stretta per dignità ma ne ha anche le palle piene di soffrire e non vede l’ora che il suo Signore se la porti via e la ricongiunga al nonno.
Con lei se ne andrà l’ultima nonna che mi è rimasta, dopodiché cesserò di essere una nipote…anche se la mia Laura mi ha detto oggi che i nonni sono e rimarranno sempre nonni, vivi o morti che siano e che ci saranno sempre, il senso era più o meno questo e in effetti lo credo anche io:) 

Ormai da qualche mese mi sento perfettamente in equilibrio su me stessa e non devo sforzarmi per non cadere.
Ho ripreso da qualche settimana anche i miei amati Marsigliesi, tutto questo tempo senza averli tra le mani ha fatto sì che perdessi molto la mia capacità di “vedere”, cosa che prima facevo senza difficoltà ma non ho fretta, sto ritrovando pian piano tutto di me, tutti i pezzetti di puzzle che erano sparsi in giro e che ora sto incastrando di nuovo.

Il cuore invece è in tumulto ma un tumulto sano, gioioso, ricolmo di emozioni positive, di vita vera e di luce, tanta luce.
Ma ci si va con i piedi di piombo per non far male a nessuno, me compresa.

Nel frattempo mi dedico la canzone di Elisa e recito sottovoce:

“T i vorrei sollevare
vorrei viaggiare su ali di carta con te
sapere inventare
sentire il vento che soffia
e non nasconderci se ci fa spostare
quando persi sotto tante stelle
ci chiediamo cosa siamo venuti a fare
cos’è l’amore
stringiamoci più forte ancora
teniamoci vicino al cuore…”

Annunci