Come descrivere questa fantastica, meravigliosa, irripetibile estate?

Queste 3 settimane con la mia tata Ila sono state davvero stupende, mi sono sentita ancora più legata a lei e questa è la prima cosa per la quale essere grata.
Saranno anche venuti fuori i nostri rispettivi difetti, a volte saremo state un po’ ingombranti ma l’aspetto più bello è stato proprio questo, il vederci per come siamo in realtà e l’accettarci ^_^
San Benedetto del Tronto è davvero un luogo stupendo, abbiamo alloggiato in un hotel tranquillo gestito da persone splendide e con una cucina davvero squisita!
Ho persino imparato ad andare sui rollerblade e infatti appena rientrata mi sono subito messa in contatto con i due principali gruppi di skater qui a Milano che organizzano pattinate in giro per la città, nei palazzetti e anche fuori porta e non vedo l’ora di acquistare i pattini e sfrecciare via!
Grandi mangiate, dormite, biciclettate, lunghe passeggiate e pattinate…non potevo chiedere di più da quelle 2 settimane!
Anche i due giorni a Pesaro sono stati davvero molto belli, gli amici di Ila sono tutti simpaticissimi e molto dolci e siamo state coccolate per tutto il tempo:P

L’ultima settimana in Lunigiana è stata altrettanto speciale, in giro per borghi antichi e una Medievalis davvero magica.
Un incontro che mi ha toccato il cuore è stato proprio qui il penultimo giorno: abbiamo scoperto una piccola mostra di oggetti fatti con le canne di bambù tenuta da un signore tedesco che era lì con la moglie e il fratello.
Descrivere l’energia di quel luogo, degli oggetti da lui creati e di loro stessi è davvero complicato, ci hanno trasmesso una serie di bellissime emozioni culminate con la sua esibizione con un violino creato da lui sempre con il bambù, mi è praticamente venuto da piangere anche se ho trattenuto le lacrime.
Persone del genere, umili, aperte, delicate ma vive, intense…è davvero un privilegio raro poterle conoscere e sono onorata di aver avuto questo privilegio; siamo usciti io, Ale e Ila in silenzio da quella mostra con il cuore colmo di pace e gratitudine e gli occhi luminosi.
Abbiamo acquistato anche un ciondolo particolare sempre fatto da lui: un disco tagliato dalla canna con un sasso al centro; non è una pietra preziosa né un cristallo particolare ma un semplice, piccolo, meraviglioso sasso la cui intensa energia supera di gran lunga le pietre più pregiate;-)
Un altro dono di gran pregio è stato il libro che Ila mi ha regalato al compleanno (30 anni, santo cielo!!!), la Meditazione delle Lune, piccolo scrigno di rarità che ogni sera leggo, rielaboro e vivo sulla pelle, un regalo che davvero mi ha resa felice.

Tutta l’estate comunque è stata costellata di incontri e “segni” particolari e mi sono resa conto anche io che sì, da quanto sono aperta e totalmente ricettiva il cosmo mi invia segni di ogni tipo, piccoli e grandi che siano e non posso che ringraziare per questo.
L’ultimo è arrivato proprio tra ieri e oggi senza che nemmeno mi sforzassi di cercarlo e riguarda il discorso “animali totem”, qualcosa che pensavo di sentire lontano da me eppure ieri notte qualcosa è accaduto e stamattina anche e mi sono resa conto che la mia strada è sempre stata costellata da questo animale senza che gli prestassi particolare importanza ma evidentemente dovevo risvegliarmi anche in questo:-)
Insomma, ho tanto per cui ringraziare questa estate, non in ultimo i miei amici del Cineforum perché sono stati la ciliegina sulla torta che ha reso tutto perfetto.

Grazie^_^

Annunci