Leggendo vari consigli su un forum che frequento mi sono decisa ad acquistare questo libro:

Ero molto curiosa , me ne hanno parlato tutti benissimo ed è un periodo che leggo libri inerenti a questo argomento: le Parole.
Nel mio Cammino le Parole sono essenziali per tutta una serie di motivi che non voglio spiegare qui, senza di esse non può esserci nulla e conoscerne il significato più profondo ci aiuta a comprendere anche meglio il mondo, ciò che siamo e ciò che è il Tutto.

Nel frattempo da domani riprenderò finalmente in mano i miei amati e sonnecchiosi gomitoli che se ne stavano lì tranquilli da quasi due mesi; prima di aprire il negozio online sto ultimando gli ultimi preparativi ma ho deciso di provare a creare qualcosa per l’inverno che sta arrivando e allora, complice il bel sito di ElenaRegina, ecco che proverò a fare queste ballerine/pantofoline all’uncinetto:

La cosa strana di questi giorni è che mi capita di percepire, ancora più degli altri anni, una fretta incredibile nell’avvicendarsi della vita stagionale (fretta negli esseri umani, le povere stagioni la subiscono ma si fanno anche i fatti loro e proseguono con la loro lentezza).
Non è finito l’autunno, non tutti hanno ancora assaggiato le caldarroste, raccolto ghiande e camminato tra foglie dorate e scricchiolanti eppure son tutti già presi dalla frenesia del Natale, mi hanno chiesto se mi sto attivando per i regali, perchè non metto il cappello di lana e il piumino e un mio collega ha persino già ricevuto la visita di un prete per la benedizione natalizia della casa!
E’ tutto completamente assurdo, non solo corriamo fisicamente ma ora vogliamo far correre anche la Natura, vogliamo già vestirci come omini Michelin quando fuori ci sono solo 12 gradi (e cosa farete quando arriveremo a -5? vi mettete la muta da palombaro?), andiamo freneticamente in giro per negozi per iniziare il tormentoso rituale dei regali, ordiniamo già panettoni e pandori…anche la comunità online sembra impazzita, anche solo su Pinterest sono già sparite da una settimana le foto autunnali per far posto a paesaggi innevati, renne e alberi di Natale.

Calma gente, calma che ho ancora il sapore del castagnaccio sulla lingua, composizioni di mele rosse e foglie nella mente e color arancio maturo negli occhi.
L’Autunno non me lo faccio portar via tanto facilmente, voglio godermi appieno ogni aspetto della Madre, ogni battito delle sue Stagioni, ogni colore, cibo, profumo e insegnamento che mi dona.

Voi pensate ai vostri regali di Natale, io mi tuffo in immagini come questa e nel mio Bosco questo we per godermi i suoi sussurri:)

Annunci