Gli eventi si stanno accavallando come delle dita quando arriva un crampo: in modo improvviso, brutto a vedersi e doloroso.
Visti i risvolti di varie situazioni e considerandoli attentamente ho deciso di tornare a Milano.
Tralascio i miei sentimenti a riguardo, non ho voglia di parlarne.
Non dipende da me ma devo tornare, punto.
Entro aprile darò disdetta di contratto e prima dell’estate 2014 sarò di nuovo nella vecchia casa, nel frattempo in questi mesi la sistemeremo imbiancando e facendo piccoli lavoretti quindi me la prenderò comoda.

Le mie ormai prossime vacanze potevano certamente iniziare meglio a livello di umore ma non intendo darmi per vinta: troverò la serenità familiare e un posto per me, nel frattempo mi applico e studio un qualcosa di totalmente nuovo che potrà aiutarmi ad integrare le mie entrate; ci vorrà tempo, dedizione, impegno e molta volontà ma ci riuscirò.

Per tutto il resto c’è…fanculocard. 

p.s. un amico: “Uhhhh torni a Milano, ma allora ci si rivede!!!” – Non gli ho risposto ma lo faccio qui, penso che passerà a guardare: no, non ci si rivede perché io non ci sono a comando e quando “fa comodo ai cazzi altrui” secondo i tuoi giorni e i tuoi orari e DOPO le tue mille cose da fare e persone da vedere.
Fossi stato mio amico avresti tralasciato per UNA volta le altre cose/gli altri amici e avresti organizzato con me quindi…vaffanculo anche tu.

6c6a4f1477b01415b73fc0520e95701d

 

 

Annunci