Posts from the ‘Cucina’ Category

Hennè, Veg e Passi Naturali

Sono ormai trascorsi 7 mesi dalla mia decisione di diventare vegetariana e posso dire in tutta onestà che sto benissimo: non perdo capelli, la mia anemia è sempre nella norma e gli esami del sangue sono a posto, ho imparato un sacco di ricette nuove e mi sento il cuore colmo di pace e soddisfazione perchè so che non sto più uccidendo nessun animale.
Sarei ipocrita se dicessi che la carne non mi manca, l’ho sempre amata e quando Lui si prepara gli arrosticini sulla griglia mi viene il languorino però poi so domarmi, penso al povero animale che c’è dietro e a tutte le sofferenze che ha dovuto patire per consentire a Lui di mangiare il suo corpo in 5 minuti e mi passa la voglia.
In questi ultimi mesi ho incontrato spesso mucche, agnellini, suini e ho visto i loro occhi pieni di dolcezza e no, non posso proprio più pensare di mangiarli.
Molti ancora non comprendono la mia posizione ma io non sono una fanatica, dico semplicemente che i motivi della mia trasformazione sono troppi da elencare e li rimando a cercarli online, non voglio fare proselitismo, non è nella mia natura…ad ogni modo qui sono spiegati: http://alessios4.blogspot.it/2006/04/alcuni-motivi-per-diventare.html

Un altro passo verso la mia vita più naturale, oltre alle autoproduzioni, all’attenzione al cibo e al trasferirmi in un posto con più verde e tranquillità, è sicuramente l’aver abbandonato del tutto le tinte dalla parrucchiera.
Spendere tanti soldi lo ritengo assurdo, come pure il fatto che sono attenta a ciò che mangio e a come vivo e poi vado una volta al mese a mettermi quella roba chimica e puzzolente in testa…no no, non ci siamo:P
E così sono passata definitivamente all’hennè, non quello chimico che vendono nelle erboristerie con dentro il picramato bensì quello puro, solo foglie di Lawsonia Inermis e lo si può trovare nei negozietti indiani (quello per tatuaggi per intenderci) che lascia i capelli puliti, curati e di un bel rosso, insomma è splendido:)

E a proposito di trasferimento…ormai ci siamo e sono troppo felice!
I giorni scorsi ho portato le prime cose nella nuova casa e non mi è parso vero di essere lì, di sentirmi al caldo sotto quel soffitto di legno, di poter finalmente vedere le stelle senza avere una coltre di smog che le nasconde, godermi la quiete e vivere con l’essenziale e passeggiare per il paese in totale relax facendo la mia prima conoscenza: Sonia, una fornaia davvero carinissima che mi ha venduto dei Pan dei Morti da urlo:P

A proposito di cucina…ho aggiunto su Pinterest anche la board culinaria dato che alcuni me l’avevano richiesta così ecco, la trovate qui insieme alle altre (e ci sono anche altre due novità 😛 )

http://pinterest.com/gypsytale/

Adoro questo portale e le sue potenzialità e quando sarò pronta inserirò anche la board del mio negozio ma per ora…buona settimana! 🙂


(vabbè non scherziamo, io preferisco sempre la prima:P)

Annunci

La Rabbia e lo Yogurt

Non è mia intenzione scimmiottare il titolo del famoso libro della Fallaci ma stamattina mi è proprio balzato in testa così, in base a quello che ho visto/fatto.
Prima cosa: ho scoperto di amare alla follia lo shampoo solido!
Ieri mi sono lavata i capelli con quello che mi ha inviato per lo scambio la cara Cecilia e me li ha idratati moltissimo,  sono diventati anche più corposi; purtroppo abituati come sono alle schifezze di quelli normali avranno bisogno di tempo per adattarsi al nuovo lavaggio ma sono più che soddisfatta, ecco qui la sua meraviglia (tra l’altro si intitola come un famoso film che vi consiglio caldamente di guardare):

Seconda cosa: ho fatto lo yogurt!
Ho scovato un’ottima ricetta online e ho finalmente capito come mai la prima volta non mi è venuto, era colpa dei fermenti che erano più morti che vivi:P
Invece lo yogurt “di appoggio” che si utilizza la prima volta deve averli belli vispi quindi con una scadenza molto lontana infatti stavolta, con questo accorgimento e il giusto tepore, dopo 12 ore ho ottenuto uno yogurt cremosissimo, buono esattamente come quello comprato!
Un altro accorgimento sicuramente è il tipo di yogurt che si utilizza come appoggio: il Kyr è quello più consigliato visto che è molto cremoso, di ottima qualità e molto lontano di scadenza:

Ed ora un altro tassellino si è aggiunto al mio risparmio dato che un vasetto costa molto e dura pochissimi giorni mentre di questo posso farne grosse quantità e dura 15 giorni (oltre a essere buonissimo, questo è alla pappa reale ma voglio farne altro al cioccolato, caffè e tutti i gusti che mi verranno in mente!).

Terza cosa: la rabbia.
Non mia di certo ma quella di una signora sul tram che stamattina imprecava perchè eravamo fermi al cambio conducente e la persona in ritardo era una donna: “Ecco, è sempre colpa della donna! Pensate che mio marito ha come collega una che ha lavorato pochissimo perchè è stata in maternità però ruba il posto agli altri! Vergogna!”.
Ho sgranato gli occhi e mi sono chiesta perchè, per l’ennesima volta, una donna ne attaccasse un’altra…perchè non può esserci più Sorellanza e Comprensione? Perchè dobbiamo sempre e solo giudicare?
Per fortuna non ho persone simili nella mia vita ma solo amiche e amici che credono fortemente nei legami e me lo dimostrano ogni giorno:)

Crostate e Cristalli

Week-end all’insegna di creazioni, cucina e un po’ di tristezza.
Venerdì sera mentre aspettavo Lui ho guardato le decine di sassi e cristalli che ho nella ciotola in salotto e mi son detta: “Come potrei utilizzarli?” e allora ecco qui, ho provato a imprigionare un quarzo ialino in una rete di fili di cotone e devo dire che non mi dispiace, fare i nodi tra l’altro è un lavoro molto rilassante e mi sono venute in mente altre ideuzze pro futuro:


Sabato mattina invece mi sono dedicata ad impastare, ho fatto una crostata con marmellata di frutti di bosco e una con arancia:



Per pranzo invece mi sono divertita a provare un’altra ricettina veloce, il Clafoutis con zucchine, pomodorini e basilico:


Insomma le mani non son proprio riuscita a tenerle ferme:P

Domenica invece ci siamo buttati in una bellissima partita di Risiko a casa di un amico e ne avevo proprio bisogno dato che ero un po’ giù di morale.
Purtroppo nonostante questi 5 mesi di tentativi di ogni tipo Merlino non va d’accordo con Morgana e le rende la vita impossibile, le azzuffate sono all’ordine del giorno e non ho altra scelta che riportarlo indietro.
Sono delusa, incazzata nera e triste e non so se vorrò ancora riprovarci, forse se ne parlerà l’anno prossimo se me la sentirò.
Spero che riuscirà a trovare una casa dove possano amarlo come l’ho amato io.
Porco cazzo.

Studiare, Cucinare, Progettare, Ritrovare

Mi piacciono i verbi all’infinito, sono corposi, ricolmi di mille possibilità e impieghi. Queste settimane sono piene di diverse attività ma io sono così, se ne facessi solo una non sarei io e mi stuferei subito:) Lo Studiare riguarda un paio di libri…per approfondire le Rune ho acquistato questo libro che si sta rivelando un vero capolavoro e concordo con le recensioni online dicendo che è davvero il più valido che ho letto finora sull’argomento:

Molto approfondito, ben strutturato, non troppo complicato e nemmeno semplicistico, ti fa iniziare un viaggio (che poi è Il Viaggio, non uno qualsiasi) che inizia dalla parte più profonda e istintuale di noi fino ad arrivare all’apice, al Compimento, alla Comprensione di ciò che sono davvero le Rune (e che siamo noi stessi). In passato ho letto diversi libri su questo particolare e potente strumento di divinazione ma mai nessuno mi aveva colpito davvero, le avevo imparate ma senza quasi passione, le avevo “sentite” ma senza quell’energia che ora invece scorre libera; avevo bisogno di un punto di vista nuovo, di rovesciare le convinzioni e ricominciare daccapo e questo libro mi sta davvero aiutando a farlo.

Un altro libro che volevo leggere da parecchio è Avalon di Nicholas Mann che mi aiuterà ad approfondire alcuni aspetti di Glastonbury che sto per andare a visitare:

Il Cucinare è stato davvero soddisfacente questo we, mi sono dilettata a provare una nuova ricetta: asparagi in crosta di mandorle e parmigiano, croccanti fuori e teneri dentro, roba che mi stavo leccando le dita fino al polso:P E poi ho preparato questa piccola crostata con marmellata di mirtilli, prontamente spazzolata da Lui e dai miei:P

Il Progettare prenderà vita questo o il prossimo sabato, il mio balcone verrà completamente rinnovato con nuove piante coloratissime e profumate: albero Cercidiphyllum, Ortensia Paniculata, Lobelie, Edere e altre piccole cosine:P

E poi, last but not least, il Ritrovare una cara amica dopo 18 anni! FB lo adoro anche per questo, senza questo strumento non sarebbe mai stato possibile. Giocavo insieme a lei quando avevo 12 anni e andavo al mare in Abruzzo, eravamo molto legate, poi dopo qualche anno ci siamo perse eppure il ricordo non mi ha mai abbandonato; mesi fa ho provato a cercarla e contattarla e la gioia è stata immensa nel vedere che non solo si ricordava ma aveva anche una mia vecchia spazzola (vecchia di 18 anni!) che ancora conservava! Ed ecco perchè non dimentico mai le persone del mio passato, ognuna mi ha lasciato qualcosa, ognuna è stata importante per la mia crescita, per la mia cultura, anche quelle stronze che mi hanno rinforzato la spina dorsale e le palle, quelle noiose che mi hanno insegnato la pazienza, quelle divertenti che mi hanno insegnato l’amicizia e anche gli ex, perchè no? Perchè alla fine i periodi belli ci sono stati e rinnegarli sarebbe pura calunnia e quelli brutti ti fanno capire cosa non desideri più per il futuro quindi è un doppio lato positivo:)

Sono grata per averla ritrovata, in generale sono grata ogni giorno per non aver consentito ai problemi e alle persone di cacca che mi circondavano (o circondano ancora, dipende dai casi:P) di cambiarmi, di non rendermi più stronza o più debole o più leccaculo, sono grata di riuscire a provare ciò che provo, di essere piena di allegria e gioia di vivere perchè questa non riuscirà a togliermela mai nessuno, perchè la gente spesso prova ad attaccare e io magari mi ammacco ma non mi rompo, perchè potete deridermi ma la verità è che non me ne frega una beneamata “cippa di minchia” come dice Gennarino (ho appena visto Travolti da un insolito destino….).

Mi diverto con la mia vita, fate altrettanto ^_^

Muffin, Pelosi e Luce nel Cuore

La scorsa domenica mi è venuta una gran voglia di provare la nuova teglia per muffin che avevo comprato e quindi mi son data da fare, avevo anche alcuni amici a casa per la consueta merenda e quindi sotto a chi tocca:P
Ho preparato questi muffin con marmellata di frutti di bosco:

La ricetta la trovate qui: http://ricette.giallozafferano.it/American-muffin.html
con la piccola modifica che il burro è meglio scioglierlo a bagnomaria e poi farlo raffreddare qualche minuto nel frigo perchè si lavora meglio e poi bastano 2 uova e non 3 🙂
E’ bello vivere così tanto calore grazie agli amici, persone preziose che con le loro risate riscaldano e cullano l’anima, non potrei mai farne a meno.
Ridere, scambiarsi opinioni, condividere interessi e scoprirne di nuovi…è tutto parte di un processo di scoperta del nuovo, di altre porte sul mondo e sulle persone che si spalancano, di crescita personale.
E poi la mia insostituibile metal-Lauretta, amica preziosissima, croccante fuori ma scioglievole dentro, il mio specchio in molte occasioni, il sorriso che non voglio manchi mai nelle mie giornate:)

I pelosetti si sono uniti anche loro a queste gaie risate rompendo le balle come al solito:P
Morgana ha fatto la solita smorfiosetta:

Mentre Merlino era incuriosito dall’acqua corrente e voleva provarla a tutti i costi:


E poi la Luce, tanta, tantissima Luce che proviene da Lui e fa splendere anche me e i nostri primi 6 mesi insieme (lo so, son mielosa da far schifo, abbiate pazienza ma son felice:P)

Ed è ora di far risplendere anche il mio balcone con un po’ di giardinaggio, la Primavera è alle porte e ho un sacco di piante nuove da sistemare, vecchie da buttare o potare e far andare un po’ questi piccoli pollici semi-verdi:P

Felice quasi-inizio di Primavera a tutti:)

Anniversario e Presa di Coscienza

Ieri abbiamo festeggiato i nostri primi 6 mesi.
L’11 settembre è una data che ci ha portato fortuna, paradossale a dirsi ma è così.
6 mesi stupendi, 6 mesi che sono volati e a stento riesco a trovare le parole per esprimere tutto ciò che provo quindi evito di provarci:P

 Ma per me questo Marzo è stato importante sotto tanti punti di vista come già ho scritto qualche giorno fa, non in ultimo (anzi direi proprio al primo posto) la decisione di smettere di mangiare carne.
Basta, stop, non ne posso più; per un’amante della carne come me non sarà facile ma neppure impossibile.
Ho sempre amato la carne in tutte le salse però da ormai più di un anno ho notato che non la vado a cercare né la compro, spesso perché mi rompo di cucinarla e quindi non mi considero una drogata di carne e poi la mangio sì e no una volta ogni 10 giorni.
La spinta risolutiva me l’ha sicuramente data il libro di Foer, lo avevo già letto l’anno scorso ma sommariamente, ora l’ho ripreso con calma e sto leggendo delle atrocità tali che mi sta venendo il vomito; però non solo le atrocità sono la motivazione della mia scelta, ci sono molte motivazioni che posso riassumere:

 Etica: non voglio più essere responsabile (anche se indirettamente lo siamo comunque) di tutte le atroci sofferenze inferte agli animali, sofferenze che vanno al di là dei diritti umani e sono al pari delle atrocità ai tempi nel Nazismo.

Pulcini considerati inutili che vengono triturati vivi ed eliminati; maiali sgozzati ancora vivi; galline alle quali si taglia il becco senza anestesia per non farle impazzire (perché vivono tutta la loro breve vita nello spazio di un foglio A4 senza luce del sole, aria fresca, addossate le une alle altre e sguazzando nelle loro stesse feci) becco tra l’altro che è pieno di terminazioni nervose e vivono col dolore finchè non le uccidiamo; vitelli ai quali si somministra a forza cibo pieno di conservanti, antibiotici, ormoni e schifezze per fargli venire fame e ingrassarli e in generale tutti gli animali sono costretti a vivere a contatto con le feci loro e degli altrui animali sviluppando diverse malattie tenute più o meno sotto controllo dai molteplici antibiotici somministrati; oche e anatre soffocate ogni giorno da 500 gr di mais cotto e salato finchè il fegato diventa di grandezza abnorme e le si trasforma in foie gras; conigli anch’essi rinchiusi tutta la vita, imbottiti di farmaci e macellati senza anestesia…e via discorrendo ma già qui mi sta venendo la nausea.

Salute: già solo leggere che i polli vengono passati più volte in una vasca piena dei loro escrementi e la loro carne assorbe questa zuppa di feci farebbe passare la fame a chiunque; sapere poi che l’Escherichia Coli e la Salmonella ce le ritroviamo nella fettina di carne è davvero troppo (infatti ci invitano sempre a cuocere benissimo la carne).
Se a tutto questo aggiungiamo che tutti gli antibiotici rimangono anch’essi all’interno dei tessuti e che alla carne piena di feci e batteri viene iniettato un siero per “darle il gusto di ciò che noi riteniamo sia il gusto del pollo”,direi che il quadro è completo.
Possiamo anche aggiungere il fatto che tutti questi antibiotici e batteri sono la causa dei nostri strani virus, di queste influenze intestinali, di nuovi tipi di influenze e via discorrendo.
Non sto qui ad elencare tutti i danni che la carne apporta all’organismo, mi sto ancora informando su molti di questi e comunque ci sono moltissimi siti che ne parlano.
L’aspetto molto interessante è quello anatomico: l’uomo NON è fatto per mangiare carne.
Per chi volesse approfondire vi segnalo questi due siti ma ce ne sono quanti ne volete:

http://www.alimentazionesostenibile.org/anatomia/carne1.asp

http://www.viveremeglio.org/0studio_facile/studio/xcarne.htm

http://www.disinformazione.it/teorema_vegetariano.htm

 Ambiente: la produzione di carne è una delle principali cause dell’inquinamento e una delle più devastanti.
Diversi siti approfondiscono queste argomentazioni nel dettaglio quindi non voglio fare dell’inutile proselitismo o mille elenchi, ritengo però che sia giusto che la gente possa scegliere conoscendo bene le varie opzioni di scelta perché fintanto che ci diranno che la dieta vegetariana e/o vegana è dannosa, che si fanno controlli rigorosi negli allevamenti, che la carne fa bene e che gli asini volano la nostra scelta sarà pilotata.
E’ come quando i cattolici pensano che le loro feste siano “originali”, che Gesù sia davvero nato il 25 dicembre, che il culto dei santi sia permesso nella loro religione, che non esista un 11esimo comandamento che è stato cancellato e via dicendo.

 Io ero ignorante sull’argomento carne fino a poco tempo fa e devo informarmi ancora molto ma  onestamente ho deciso di non farmi più prendere per il culo, gli altri son liberi di fare ciò che gli pare, non sono né diventerò mai una di quelle vegetariane fanatiche che cazziano i propri amici, giudicano tutti, parlano in continuazione delle proprie scelte culinarie e obbligano chiunque transiti da casa loro a nutrirsi veg, ognuno è responsabile della propria vita e delle proprie scelte, io penso alle mie.

 E io ora mi sento ancora più leggera mentalmente e psicologicamente:)

Repulisti e Relax

La settimana schifosa è passata e lo scorso we già mi sentivo molto meglio quindi ho approfittato per fare finalmente un gran repulisti.
Era quasi un anno (vergogna, tremenda vergogna) che non sistemavo nei cassetti, che non archiviavo documenti importanti, che non buttavo roba inutile; aprendo i cassetti venivo sommersa di carte, libri, appunti, regalini, ricordi, ricevute di bollette, di tutto e di più e quindi bon, mi sono messa sotto di buona lena e in 3 ore e mezza ho preparato 6 sacconi grandi neri di roba da buttar via.
Ovviamente son venuti fuori scheletri poco piacevoli, ricordi belli che rimarranno tali, altri orribili e altri ancora inutili, vecchi regali e pensieri senza senso e tante altre cose, un pezzo di un pezzo di vita che non valeva assolutamente la pena conservare, altri pezzetti sparsi confusamente e anche appunti importanti, parole e pensieri che credevo di aver perso, libri che ho ritrovato…insomma ci voleva proprio!

Tutto questo l’ho fatto sabato mattina, domenica mattina poi mi sono rilassata (Lui dormiva ancora e non ho voluto svegliarlo, è stupendo mentre dorme) e mi sono preparata la mia bella e colorata colazione con una delle mie riviste preferite:

I pelosetti hanno contribuito a rallegrare ancor di più questa domenica con espressioni buffe:P
Morgana che per Carnevale ha deciso di vestirsi da Gatto-Bruco:


Merlino che aveva voglia di ballare un po’ (cazzata, in realtà è colpa di Lui ma Merlo è troppo buono e si fa fare tutto:P)


E io ridevo come una matta perchè sono buffissimi, perchè vanno d’accordo, perchè mi riempiono di amore e coccole e perchè, soprattutto, Lui li adora, li ama profondamente, li rispetta e non si preoccupa che magari gli rovinino un po’ il golf quando gioca con loro.
Capisci tanto di una persona da come tratta gli animali e se li ama o meno; loro adorano Lui e Lui adora loro quindi è proprio il mio Uomo 😉

A proposito di romanticherie…S. Valentino è stato all’insegna del miele più totale per noi, mi sono divertita a fare questa torta (foto schifosissima fatta di corsa e mezza mossa:P), è al cioccolato e banana con glassa la cioccolato e cuoricini di zucchero, la ricetta è vegana e l’avevo presa dalla cara Edera che l’aveva postata nel suo blog (tutto tranne glassa e zuccherini che ho aggiunto), la inserisco per chi vorrà farla:


300 gr farina
300 gr sciroppo di zucchero (leggere sotto per le info)
½ bustina lievito
1 banana schiacciata con una forchetta
100 gr di olio extravergine
100 gr scaglie cioccolato fondente
Confettini a scelta
Per lo sciroppo di zucchero: in un pentolino antiaderente mettere 300 gr di zucchero (normale, no velo) e 300 gr di acqua, portare a ebollizione mescolando ogni tanto e lasciarlo per circa 3 minuti sempre girando ogni tanto, spegnere e unire all’impasto (non importa se è caldo). Serve per rendere la torta molto morbida, mettendo direttamente lo zucchero normale non viene così ^_^
Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare bene, poi versare il tutto nella teglia (unta) e informare a 180° per 35 minuti circa.
La glassa è meglio versarla sul dolce quando è ancora caldo perché si attacca meglio.

Per la glassa al cioccolato: per coprire tutta la torta ho usato 3 buste intere di zucchero a velo vanigliato + ¼ di busta di cacao amaro, ho messo il tutto in una ciotola unendo poi pian piano dell’acqua calda e mescolando bene. Più acqua si mette e più viene liquida, per farla diventare come la glassa dei bignè di pasticceria (quindi bella solida) bisogna metterne pochissima; una volta versata sulla torta buttare sopra subito i confettini; tienere poi il dolce in luogo fresco (no frigo) e dopo 24 ore vedrete che la glassa si sarà già bella solidificata ^_^
La glassa in eccesso si può tenere in frigo e usare ancora i giorni seguenti rinfrescandola con qualche goccia di acqua.

Non voglio farmi i complimenti da sola ma…gnaaaaaam:P:P:P:P

Questo we organizzerò i miei prossimi progetti a maglia, andrò a fare rifornimento di gomitoli, comprerò la lavatrice nuova, coccolerò tantissimo i pelosetti, Lui e forse farò pure i muffin ^_^
E intanto continuo nelle mie letture, i libri sono i miei compagni silenziosi e attenti, guide insostituibili che mi arricchiscono e mi fanno germogliare dentro la sete di conoscenza; da un recente scambio su aNobii sto aspettando “The Reader” e non vedo l’ora di leggerlo, ho amato profondamente quel film.

Felice we a tutti ^_^