Posts from the ‘Spiritualità’ Category

Raggomitolarsi

E’ ciò che faccio quando arriva l’amato Autunno, mi raggomitolo in me e lascio che le emozioni si vivano da sole.
Mi godo il tepore di pomeriggi a sorseggiare tè con amici mentre facciamo qualche gioco da tavolo, al ritorno dal lavoro mi rintano nella mia casa al calduccio, un film in sottofondo mentre uncinetto uno scialle per l’inverno quasi alle porte e sciarpette colorate da poter cambiare ogni giorno e metto sul fuoco una tisana alla Melissa per far brillare i miei sogni.

Molti mi chiedono del negozio, del perchè non lo riapro e se sto ancora uncinettando.
Ho tantissime cose di cui occuparmi in questi mesi, molte preoccupazioni da affrontare ma anche bei progetti e sì, sto uncinettando ma solo per me.
Sto ultimando uno scialle color castagne con inserti arancione-zucca matura, ho iniziato una piccola sciarpa rosa antico e sto ultimando una gonna, tutte cose che mi godrò quest’inverno.
Mi sto anche dedicando molto al trading, ai miei genitori e al mio lavoro quindi i miei potenziali clienti dovranno aspettare tempi migliori, ora ho troppo da fare e ho già un’entrata extra quindi non ho alcun bisogno di guadagnare ancora mentre la soddisfazione di creare la vivo ogni giorno godendomi i frutti delle mie serate con gomitoli ed uncinetto quindi no, non mi manca nulla 🙂

Ottobre è ormai quasi terminato, Samhain fa già capolino, la Discesa prosegue e tra poco la dolce Rhiannon farà posto a Ceridwen mentre io scruto in me per eliminare ciò che è necessario per evolvermi.

Ho fatto i Tarocchi ad un’amica ed è rimasta male nel constatare che no, almeno per i prossimi 8 mesi non troverà ancora lavoro.
A volte vorrei dirle che non me la sento di farle le carte ma ha quegli occhi pieni di speranza che sono contagiosi e allora mi dico che magari questa volta sarà diverso e i Denari parleranno per il meglio.
Per fortuna comprende che le carte non segnano il destino ma possiamo sempre imboccare un’altra via e provare a cambiare le cose (anche se, visti i tempi, sono fin troppo veritiere) e non si perde d’animo.
La ammiro molto perchè ha avuto la grande umiltà di relegare ad hobby l’attività per la quale ha studiato, rendendosi conto che non le avrebbe mai consentito di lavorare e vivere, e si è messa in gioco accettando qualsiasi tipo di lavoro, anche non in linea con il suo carattere.
Questi sì che sono esempi da seguire, le auguro ogni bene e spero che tra qualche mese le carte parleranno in modo diverso 🙂

Zentangles e il Calderone

Ultimamente ho scoperto grazie ad un’amica gli Zentangles, meravigliosi ghirigori dal forte potere evocativo e meditativo ed ecco che sono ormai entrata in un tunnel dal quale difficilmente uscirò!
Questo è uno dei 5 che per ora ho fatto:

559409_10151728145058763_1650703186_n

In questo momento di caos della mia vita sanno regalarmi momenti di assoluta tranquillità e pace, relax, un modo per meditare e non pensare a niente.

Però pensare è qualcosa che devo fare comunque, anzi riflettere è la parola più opportuna.
Il mio Cammino nella Discesa prosegue come ogni anno ma stavolta è davvero più difficile e ho deciso di riprendere daccapo il mio percorso e passarlo al setaccio, ecco perchè le mie serate ora sono impegnate nell’analizzare di nuovo l’Hanes Taliesin, il Primo Ramo dei Mabinogion e le Dee associate a questo particolare periodo: Rhiannon e Ceridwen.

In particolar modo è decisamente complesso quest’anno per me scendere nel Calderone di quest’ultima, ritornare non solo Viandante a tutti gli effetti ma ricominciare la mia Iniziazione, riprendere daccapo ogni concetto e riassimilarlo in nuova luce, scrutare la parte più profonda di me.
Di lavoro da fare ce n’è moltissimo ma il Calderone insegna, tra mille altre cose, anche la pazienza e la tenacia ed ecco che come il piccolo Gwion io mi addentro e mi addentro e mi addentro sempre più in profondità e quando si spaccherà in due il Calderone una parte di Viaggio sarà finita ed un’altra inizierà.

0d618d75005dab47cb9d428576a782c3

La Discesa

Il mio Cammino spirituale è ormai da diversi anni intrecciato alla Tradizione Avaloniana e Celtica, della quale seguo il ciclo dell’anno nelle sue principali 4 fasi.

Quest’anno devo ammettere che la Discesa è alquanto ardua, molti sono i punti oscuri della mia anima, i mille problemi che mi sono trovata ad affrontare e che hanno intaccato il tessuto molle della mia sensibilità, rendendomi più coriacea verso me stessa e gli altri.
Avrò tanto da trovare e correggere, tanto da affrontare, accettando anche con umiltà la sensazione di inadeguatezza che provo, un po’ come la Dea Rhiannon in una delle sue triplici rappresentazioni, quando viene accusata ingiustamente e sopporta la sua pena per poi ritrovare la sua Sovranità.

Di solito non amo scrivere del mio Cammino ma questa Discesa è e sarà sempre più particolare e totalmente diversa da quelle affrontate finora.
L’Immram stesso si sta rivelando complesso, la mia Guida sembra mi abbia lasciata in balia dei miei cambiamenti, forse anche perché devo imparare a rialzarmi da sola quando sono a terra, ancora una volta.
Eppure questo stesso Cammino mi sta aiutando moltissimo, ritrovo me stessa in ogni istante seguendolo, pace interiore, un luogo sicuro e puro nel quale rifugiarmi, una Dea che mi indica la strada, dei Segni che pian piano affiorano e si fanno più lucenti e una grande serenità dopo aver celebrato la Dea e ciò che in ogni Stazione mi offre.

Questo bisogno di sempre più pratica della mia spiritualità mi ha spinto a farmi un regalo che da tanto tempo non mi facevo, qualcosa per il mio altare.
E così ho scelto un oggetto che ben rappresenta questa mia ricerca interiore e un simbolo di unione della Dea e del Dio: un piccolo portacandela a forma di calderone con un topino accanto.
Il calderone, simbolo della Grande Madre – Cerridwen e il topo, simbolo del Dio – Cernunnos, unitamente all’Elemento Fuoco fanno di questo oggetto un piccolo ma importante segno della mia totale devozione agli Dei, coloro che guidano i miei passi, che aprono il Velo tra i Mondi e mi permettono di discendere in me per riemergere a Nuova Vita.

Eh sì, questa Discesa è e sarà dura ma in fondo ne vale sempre la pena.

L ‘ Ultimo Canto

Questo primo fine settimana di bel tempo non potevo proprio sprecarlo e così ho sistemato la mia bici e sono andata in giro per il mio paese alla scoperta di posticini carini.
Pedalare attraverso piccoli viali dagli alberi color dell’oro, sentire il venticello frizzante sulle gote e ascoltare finalmente dopo anni i dolci suoni della Natura mi ha colmata di una gioia immensa.
Come ogni anno ho portato a casa doni preziosi con i quali ho fatto bouquet per decorare la mia casa, un ultimo saluto a questo Autunno che tra poco passerà del tutto:

Le foto sembrano ritoccate ma vi assicuro che i colori sono davvero quelli!
L’ultima foglia soprattutto mi ha lasciata sbalordita, sembra davvero finta e mi sorprende sempre vedere quanta ricchezza e bellezza c’è intorno a noi.
E ovviamente Morgana non ha potuto sedare la sua curiosità ed è saltata sul mobile per annusare il nuovo soprammobile 😛
Ho sempre considerato l’Autunno l’ultimo canto della Natura, come un fulgido sorriso che poi si mette a riposo, un turbinio di tonalità che ci salutano e ci danno appuntamento alla futura primavera.

Proprio ieri poi ho ripreso in mano un mio vecchio libro: la raccolta di testi creata da Il Tempio della Ninfa, stupendo sito che raccoglie approfonditi e seri studi sulle Antiche Credenze, sulla Mitologia, sul Piccolo Popolo, sulle Tradizioni ormai perdute e su molto altro ancora e nelle primissime pagine c’è una dedica all’anima della Strega (figura che niente ha a che vedere con Satana, magia nera e altre cavolate simili, non siate ignoranti e informatevi per favore), la scrivo qui e la dedico a tutte le Sorelle che passeranno a leggerla 🙂

Anima di Strega

…nei suoi occhi brillano il mistero della foresta vergine, la gioia delle creature libere, la serenità di un cielo coperto di stelle, la calma dei mari e degli oceani ed oltre ad essi la forza selvatica del vento, il potere distruttivo delle tempeste, il silenzio ombroso del profondo della terra e una piccola punta luminosa di follia selvaggia, capace di disegnare sogni che appaiono irreali e distruggere ciò che è stato creato. 

Simile ad una creatura del bosco la Strega Conosce la Grande Madre.
Ella, dopo aver superato prove difficoltose e quasi impossibili, l’ha ritrovata dentro di sé.
Ella è la Grande Madre, è la goccia di luce che ritorna alla Fonte, è la scintilla di fuoco magico che vive in Armonia con ciò che l’ha generata e per questo ne percepisce la Voce tra i veli che separano i Mondi.
Ella vive attraverso di essi senza fatica, senza pensieri, senza limiti.
A lei sono svelati tutti i Misteri.

Libri, Ballerine e Stagioni

Leggendo vari consigli su un forum che frequento mi sono decisa ad acquistare questo libro:

Ero molto curiosa , me ne hanno parlato tutti benissimo ed è un periodo che leggo libri inerenti a questo argomento: le Parole.
Nel mio Cammino le Parole sono essenziali per tutta una serie di motivi che non voglio spiegare qui, senza di esse non può esserci nulla e conoscerne il significato più profondo ci aiuta a comprendere anche meglio il mondo, ciò che siamo e ciò che è il Tutto.

Nel frattempo da domani riprenderò finalmente in mano i miei amati e sonnecchiosi gomitoli che se ne stavano lì tranquilli da quasi due mesi; prima di aprire il negozio online sto ultimando gli ultimi preparativi ma ho deciso di provare a creare qualcosa per l’inverno che sta arrivando e allora, complice il bel sito di ElenaRegina, ecco che proverò a fare queste ballerine/pantofoline all’uncinetto:

La cosa strana di questi giorni è che mi capita di percepire, ancora più degli altri anni, una fretta incredibile nell’avvicendarsi della vita stagionale (fretta negli esseri umani, le povere stagioni la subiscono ma si fanno anche i fatti loro e proseguono con la loro lentezza).
Non è finito l’autunno, non tutti hanno ancora assaggiato le caldarroste, raccolto ghiande e camminato tra foglie dorate e scricchiolanti eppure son tutti già presi dalla frenesia del Natale, mi hanno chiesto se mi sto attivando per i regali, perchè non metto il cappello di lana e il piumino e un mio collega ha persino già ricevuto la visita di un prete per la benedizione natalizia della casa!
E’ tutto completamente assurdo, non solo corriamo fisicamente ma ora vogliamo far correre anche la Natura, vogliamo già vestirci come omini Michelin quando fuori ci sono solo 12 gradi (e cosa farete quando arriveremo a -5? vi mettete la muta da palombaro?), andiamo freneticamente in giro per negozi per iniziare il tormentoso rituale dei regali, ordiniamo già panettoni e pandori…anche la comunità online sembra impazzita, anche solo su Pinterest sono già sparite da una settimana le foto autunnali per far posto a paesaggi innevati, renne e alberi di Natale.

Calma gente, calma che ho ancora il sapore del castagnaccio sulla lingua, composizioni di mele rosse e foglie nella mente e color arancio maturo negli occhi.
L’Autunno non me lo faccio portar via tanto facilmente, voglio godermi appieno ogni aspetto della Madre, ogni battito delle sue Stagioni, ogni colore, cibo, profumo e insegnamento che mi dona.

Voi pensate ai vostri regali di Natale, io mi tuffo in immagini come questa e nel mio Bosco questo we per godermi i suoi sussurri:)

Buona Fine e Felice Inizio!

Per coloro che Sanno…felice Samhain e che il nuovo Giro di Ruota vi porti tanto Amore, tanta Forza e tanta Volontà per Cambiare anche un solo aspetto della vostra vita ma soprattutto tanta Gratitudine per il passato vissuto.

Per coloro che invece lo chiamano Halloween…informatevi che è meglio e nel mentre vi lascio questa immagine, magari susciterà riflessioni sensate 😉

Ogni cosa è Connessa (compresa la Casa Nuova)

Dall’anno scorso la mia vita è profondamente cambiata e migliorata in ogni senso possibile.
Quando tutto va male il colpo di reni per risollevarsi è inevitabile e necessario, ci vuole anche fortuna ma soprattutto Volontà, la Volontà di aprire il cuore, di cambiare la propria mentalità, di Cambiare in ogni senso e cambiando ci si accorge che tutto è profondamente connesso, intrecciato intimamente.
Ho lasciato aperta l’anima, ho eliminato ciò che mi faceva stare male, che era sbagliato e malato per me stessa e non sono solo guarita ma sono rinata, tornando ad essere la vera Me.

Con il Ritrovamento di me stessa è arrivato un nuovo modo di vivere il mio Cammino Spirituale, ho ritrovato ciò che avevo perso per qualche tempo, il viaggio a Glastonbury ha risvegliato i miei sensi, il mio Femminino Sacro, la Donna Selvaggia, la Dea che avevo sepolto sotto confusione, giudizi, critiche, caos e ho ritrovato anche le Spezie, mie compagne nell’Arte da sempre e più di sempre; ho ritrovato il loro Canto e la loro Bellezza così potente e misteriosa, le Nebbie che permeano la mia Tradizione e il Richiamo che mai più metterò a tacere.
Con il ritrovamento del Cammino è arrivato l’Amore, un Amore nuovo e mai provato, un Amore che si incastra alla mia anima come mai mi era capitato in tanti anni e tante storie, rispettoso in ciò che credo, rispettoso in ogni singolo aspetto della mia vita.
Con l’Amore sono arrivati gli Amici, la voglia di aprirsi all’affetto e alle risate, alla condivisione; Amici nuovi e vecchi, calore indescrivibile e senso di protezione.
Con gli Amici sono arrivate nuove Esperienze, nuove Possibilità.
Con le Possibilità sono arrivate la Fiducia, la Speranza, l’Intraprendenza e l’Ascolto della Voce Interiore, tutte cose che mi hanno fatto maturare e decidere di dar voce alle mie passioni, imparando l’uncinetto e iniziando a dar vita alle mie Creazioni.
Con le Creazioni sono arrivati gli Esperimenti, l’Imparare cose nuove, la Scintilla creativa che ha fatto sì che trovassi la mia strada e ciò che davvero amo creare, per poi tradurlo in coraggio per buttarmi e aprire un negozio online che vedrà la luce a breve.
Con le Creazioni è arrivato anche l’amore per la Lentezza, il vivere con calma seguendo i miei ritmi, quindi la voglia di Fare, di ricominciare le Autoproduzioni di cosmetici, detersivi, rimedi naturali, tornare a cucinare e sperimentare nuove ricette.
Con le Autoproduzioni è arrivata la decisione di diventare Vegetariana, capire che amo tutto ciò che è naturale e per questa ragione non posso far del male a ciò che amo.
E infine, con questi ultimi cambiamenti, è arrivata anche la voglia di Cambiare Casa.
Era inevitabile dato che, nonostante il tempo trascorso, è ancora permeata di vecchie e negative energie che risalgono alla mia ultima storia e oltre a questo la mia Lentezza ha voluto farmi davvero tradurre i miei desideri in realtà, quindi trovare un paesino tranquillo fuori da questa orrida metropoli e godermi la quiete e il verde.
La prossima settimana firmerò il contratto ed entro fine ottobre avrò terminato il trasloco (le foto le metterò più avanti ma è un piccolo nido di legno, caldo e accogliente che non vedo l’ora di vivere!).
E con tutto questo ovviamente è arrivato il Benessere, la scomparsa di problemi fisici che mi attanagliavano da anni e che invece quest’anno si sono ripresentati sì e no 1-2 volte e poi, sicuramente, un Rapporto nuovo e felice con i miei Genitori, una grande comprensione, una grande apertura e anche loro hanno dimostrato di essere maturati (incredibile ma vero!).

Ho vissuto anche situazioni negative ovviamente, non in ultimo una grande, profondissima Delusione derivata da alcune persone, però non voglio parlarne perchè me la sto lasciando alle spalle e unitamente a questo alcuni problemi in famiglia, una Battaglia che io e i miei genitori dovremo combattere Uniti (e sono certa che ce la faremo!).

Tutto è Connesso, Tutto.
Alla base della piramide del Cambiamento sta la Volontà, se manca quella c’è poco da fare.
Ringrazio la Dea ogni giorno per ciò che ho avuto, che ho e che avrò:)